Il Percorso della Conoscenza
 
Il “Percorso della Conoscenza” è un intervento di valorizzazione della Chiesa di San Francesco di Amantea e dell’area di pertinenza e un modello avanzato di fruizione, valorizzazione e gestione di un bene architettonico e culturale, capace di rafforzare i fattori di competitività dell'intera area e promuovere nuovi flussi turistici.L’attenzione viene posta sul tema del turismo culturale e sulle nuove modalità di offerta delle informazioni al turista, risorse molto importanti per lo sviluppo sostenibile del territorio. In particolare, l’attenzione a questo ex luogo di culto e all’area archeologica circostante costituisce una valida occasione per approfondire la conoscenza del territorio e delle vicende che hanno caratterizzato la storia della cittadina tirrenica. Il Percorso non è basato solo sull'esposizione passiva di ruderi, ma su dispositivi tecnologici, proiezioni, pannelli informativi che, tra contenuto scientifico e coinvolgimento emotivo, permettono al visitatore di aprirsi alla conoscenza e approfondire gli argomenti di interesse.Le tecnologie interattive e multimediali sono state ideate con l'obiettivo di raccontare “cosa c’è” dietro il “rudere”, la sua storia, il legame con il territorio e con la gente.
Il progetto ripercorre la storia dell’antico luogo di culto di Amantea e conduce il visitatore in un viaggio nel tempo, facendogli vivere e sentire il fascino del passato.
Le applicazioni di realtà aumentata all’esterno della chiesa stessa e nell’area di pertinenza, la pannellistica posta lungo i percorsi d’accesso e gli itinerari individuati, consentono di rinviare a una serie di tematiche per l’arricchimento della conoscenza:
  • la Chiesa di San Francesco di Amantea, come luogo privilegiato per la conoscenza degli aspetti della vita monastica dei frati francescani
  • l’esterno della Chiesa come porta di accesso alla conoscenza al periodo di fondazione e al successivo insediamento dei Francescani sul territorio
  • l’area circostante la Chiesa come luogo panoramico verso il mare che riporta indietro nel tempo per rivivere le vicende che hanno caratterizzato l’intera area del castello di Amantea, dallo sbarco della navi saracene fino agli eventi più recenti.
L’obiettivo è quello di offrire al pubblico un insieme di elementi da cui trarre un mosaico di immagini, suoni e sensazioni in grado di rendere la visita significativa ed emozionante.